Legislazioni sui Casinò Online

Questa è la nostra sezione dedicata alla legislazione sui casinò online. Quanto segue non rappresenta un’analisi esaustiva e comprensiva dell’argomento, ma serve semplicemente a fornire ai nostri lettori un quadro generale delle questioni relative al gioco online. Le informazioni qui di seguito si presentano in due sezioni: la prima sezione è dedicata all'Unione europea, mentre invece la seconda è dedicata agli Stati Uniti. Esistono delle differenze sostanziali tra le due zone. Inoltre le leggi che regolano il gioco online possono essere a volte poco chiare. Ovviamente, è importante che tutti i giocatori, indipendentemente dalla loro nazionalità, siano al corrente delle diverse regole e leggi in vigore nei vari paesi riguardanti il gioco online.

Nell'Unione europea (che include ad oggi 27 Stati membri) il gioco online è permesso in quasi tutti i paesi membri. Bisogna però informare i nostri giocatori che dal 1 gennaio 2008 il gioco online non è legale in Germania. La Germania ha reso infatti illegali non solo la facilitazione di pagamenti verso siti da gioco online basati in Germania ed in altri paesi, ma ha anche reso illegale la pubblicità dei siti online. Negli Stati Uniti ci sono stati diversi tentativi di legiferare contro il gioco online: tali tentativi variavano di stato in stato e si concentravano su leggi e pratiche diverse. Recentemente, questo settore è stato genericamente considerato una zona grigia (particolarmente negli Stati Uniti). La recente legge statunitense contro il gioco online ha cambiato le cose. In Italia invece da luglio 2011 oltre al Poker, sono divientati legali i Casino Online, autorizzati da AAMS, e il Poker Cash sempre autorizzato dall'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato.

Le seguenti informazioni sono intese a presentarvi una visione generale delle varie leggi che sono state approvate in relazione all’attività dei casinò online. Come detto prima, questa sezione cerca di essere quanto più completa possibile, ma non deve essere in alcun caso considerata come una consulenza legale. Speriamo comunque che vi sia di grande aiuto!

Avvertenze: GamblingPlanet.eu non è un’autorità legale. Le informazioni presentate in questa sezione non devono considerarsi in alcun modo come informazioni legali ufficiali. Tutte le informazioni fornite in queste pagine sono state raccolte da fonti assortite come comunicati stampa, pubblicazioni, e articoli e la loro accuratezza non è garantita. Per informazioni più accurate ed ufficiali riguardanti la legalità del gioco online, siete pregati di consultare le leggi specifiche della giurisdizione in cui avete la residenza e in cui giocate.

Casinò Online e Legislazione UE

Gli Stati membri della UE hanno l’obbligo di accettare prodotti e servizi provenienti dagli altri stati membri. Tuttavia, la corte di giustizia europea ha dichiarato recentemente che il settore del gioco è competenza esclusiva degli stati membri, vale a dire che i paesi UE hanno pieno diritto di decidere se il gioco online sia legale o meno. Di conseguenza, si riscontra una grande divergenza da paese a paese nell’Unione Europea.

Bisogna dire comunque che la maggior parte degli stati membri della UE accettano il gioco online. Infatti, i vari stati membri hanno regolato il settore invece di proibirlo. I casinò online sono oggetto di grande e continuo interesse in Europa. I paesi scandinavi, la Germania, l’Austria, la Francia e l’Irlanda sono esempi di paesi che hanno testimoniato il livello di crescita più alto in termini di creazione di club di casinò online. Il miglioramento dei servizi di accesso a internet nell’Est europeo ha portato, in maniera quasi naturale, ad una crescita di partecipazione ai siti di gioco online in quei paesi. La maggior parte degli stati in Europa sono riusciti ad esercitare un livello di controllo tale sul gioco online grazie ad un sistema di licenze. Esistono in molti casi delle leggi che obbligano i casinò ad ottenere specifiche licenze che comportano determinate regole sulla pratica del gioco online. Ad esempio, nei Paesi Bassi i casinò online sono legali. Al tempo stesso, la legge sul gioco olandese (The Dutch Gaming Act) non permette ai cittadini olandesi di giocare a quei casinò online che non abbiano ottenuto una licenza di gioco olandese. Ciò dimostra quanto diverse possano essere le leggi a riguardo nella UE. Nel caso del Regno Unito, la legislazione non solo riconosce l’attività in sé, ma sostiene e incentiva operatori stranieri ad andare nel Regno Unito a fare attività. Il vantaggio di tale atteggiamento verso il gioco online è che lo stato è così in grado di regolamentare l’attività in maniera efficace, permettendo alle autorità pubbliche britanniche di affrontare questioni importanti come la frode ed il riciclaggio di denaro.

Come negli Stati Uniti, dove i singoli stati hanno leggi proprie, i paesi appartenenti alla UE godono di un certo grado di ‘libertà’ legale nelle regolamentazioni che influiscono sui propri cittadini. La regola generale è che gli stati europei permettono ai propri cittadini di partecipare alle attività dei casinò online finché queste siano legali. Dato che non esiste una specifica regolamentazione sul gioco online, e considerata la mancanza di interesse a riguardo nella classe politica, non esiste una struttura legale comune per tutti i paesi UE. Per riassumere, i casinò online sono generalmente legali in Europa, tuttavia GamblingPlanet.eu vi invita a scoprire di più sui tipi di legge e regolamentazioni esistenti nel paese in cui avete residenza prima di giocare online.

Avvertenze: GamblingPlanet.eu non è un’autorità legale. Le informazioni presentate in questa sezione non devono considerarsi in alcun modo come informazioni legali ufficiali. Tutte le informazioni fornite in queste pagine sono state raccolte da fonti assortite come comunicati stampa, pubblicazioni, e articoli e la loro accuratezza non è garantita. Per informazioni più accurate ed ufficiali riguardanti la legalità del gioco online, siete pregati di consultare le leggi specifiche della giurisdizione in cui avete la residenza e in cui giocate.

Casinò Online e Legislazione USA

In poche parole, la legge Americana sul gioco online è/era poco chiara. Si soleva dire che non esistesse alcuna legge federale americana che negasse ai cittadini americani la libertà di giocare online. L’esperto di gioco online, il professore I. Nelson Rose, disse esplicitamente che il gioco online dovrebbe essere considerato perfettamente legale dato che “non esiste alcuno statuto o regolamentazione federale americana che proibisca esplicitamente il gioco online o qualunque altra attività ad esso collegata nel paese e all’estero”. Per rinforzare tale argomentazione, le statistiche dicono che il 70% di tutti i giocatori online hanno residenza negli Stati Uniti, gli statunitensi costituiscono circa l’80% dei giocatori di poker online e partecipano a più del 55% delle attività di gioco online. Sarebbe quasi assurdo affermare che tutte queste persone stiano violando la legge!

Le leggi sul gioco online di diversi stati possono influire sui cittadini che cercano di giocare, e ci sono stati dei tentativi, tra i quali il più recente è l’ “Internet Gambling Enforcement Act del 2006” (H.R. 4411), di proibire l’intera attività a livello federale. In passato, il gioco online dipendeva dallo stato di residenza. Il Nevada, la Louisiana, il Michigan e l’Illinois attualmente proibiscono il gioco online, e molti altre legislazioni stanno per introdurre simili provvedimenti. La California, il Massachussets, il South Dakota e lo Utah hanno bandito certe forme di gioco online mentre continuano a permetterne altre.

Bisogna dire però che si possono trovare dei buchi significativamente grandi in tali leggi, che in realtà non proibiscono agli operatori locali di accettare le scommesse online, essendo allo stesso tempo conformi alle leggi dello stato. Dato che i cittadini americani giocano principalmente ai casinò legali, sembrava molto improbabile che i governi statali o il governo federale stabilisse una struttura legale completa che confluisse nella totale proibizione del gioco online, con addirittura l’istituzione di procedimenti legali contro gli stessi operatori. Tutto ciò è cambiato nel 2006.

Si è spesso sentito dire che il “Federal Wire Act del 1961” (18 U.S.C. § 1084) costituisse lo statuto federale che poteva avere a che fare con il gioco online. Questa legge proibisce esplicitamente ai cittadini di uno stato di fare scommesse in un altro stato usando le linee telefoniche. Tuttavia, la legge proibiva esclusivamente le ‘scommesse sportive’, e non si occupava di altre forme di gioco. Sarebbe bene precisare che tale legge aveva lo scopo di combattere il crimine organizzato, e quindi non era una legge particolarmente aggiornata. Nonostante gli sforzi di estendere l’ambito di applicazione di tale legge, una delle sue conseguenze fu la restrizione dell’uso delle carte di credito per quei cittadini americani che volessero fare scommesse al di fuori del loro stato di residenza. I pagamenti online sono oggi una realtà, e questo mostra come sia difficile regolamentare questo settore per il governo federale americano. Come detto prima, la maggior parte delle leggi americane a riguardo erano state approvate con lo scopo di combattere il crimine organizzato, gli operatori di schemi di gioco e le loro relative attività.

In seguito agli arresti di diversi dirigenti di aziende di gioco online che viaggiavano negli Stati Uniti (giusto qualche tempo prima delle elezioni di mid-term), il Senato approvò un disegno di legge, presentato dai membri repubblicani del congresso, che spiega le ragioni morali alla base della necessità di questa legge, nota come “Internet Gambling Enforcement Act 2006”. Tale legge fu annessa alla legge “Safe Port Act” (legge sulla sicurezza dei porti, che non ha nulla a che vedere con il gioco online) nell’ultimo disperato tentativo di approvarla prima delle elezioni di mid-term di Novembre. Il 14 Ottobre 2006, il Presidente Bush firmò la proposta di legge. Adesso, in seguito a tale legge (che presenta eccezioni per le puntate sulle corse di cavalli, lotterie dello stato e sport di fantasia) è illegale per ogni istituzione finanziaria americana processare le transazioni originate da o direzionate verso qualunque operatore di giochi in rete.

Molti titoli hanno descritto la legge come “la proibizione del gioco online” e, in effetti molti hanno colto questo messaggio. In verità, mentre la legge, a livello federale, è adesso divenuta più chiara, non è andata così a fondo da proibire esplicitamente le scommesse di ogni tipo ed in ogni aspetto. Grandi operatori come Partygaming e 888.com sono stati colpiti profondamente ed hanno, almeno per il momento, chiuso le porte (o meglio i loro siti) ai giocatori americani. Molti altri operatori sono stati costretti a chiudere in quanto i loro profitti sono diminuiti vertiginosamente. Nonostante gli sforzi di gruppi potenti come l’alleanza dei giocatori di Poker (the Poker Players’ Alliance), molti americani si sono allontanati da tali attività.

A prescindere dalle serie implicazioni finanziarie di aziende che avevano investito pesantemente nel mercato americano, l’effetto di tale legge è difficile da stabilire. Molti grandi casinò ed operatori in rete hanno continuato ad accettare i giocatori americani, e gli intermediari finanziari internazionali come Neteller hanno continuato a processare transazione da giocatori Americani.

Quindi per il momento sembra che lo scopo della legge sia limitato, e la possibilità dei cittadini americani di effettuare puntate nei casinò o sale da poker online è soltanto ‘cambiata’ e non totalmente proibita. Come da tradizione, questo argomento ricade in quella ‘zona legale grigia’, nonostante la maggiore chiarezza della nuova legge. È difficile prevedere l’efficacia di tale legge nel proibire agli americani di effettuare scommesse online o nel colpire la popolarità del settore del gioco online. Sino ad ora, nessun cittadino americano è stato processato per aver effettuato scommesse online, e la legge rimane poco chiara al riguardo. I giocatori americani dovrebbero, ad ogni modo, giocare a loro rischio ed informarsi il più possibile prima di farlo. Nonostante molti osservatori credono che la nuova legge farà lo stesso cammino delle ‘Prohibition laws’ degli anni ’30 (in seguito eliminate), nulla è certo. In ogni caso, la situazione ‘dovrebbe’ rendersi più chiara nel 2007.


Avvertenze:
GamblingPlanet.eu non è un’autorità legale. Le informazioni presentate in questa sezione non devono considerarsi in alcun modo come informazioni legali ufficiali. Tutte le informazioni fornite in queste pagine sono state raccolte da fonti assortite come comunicati stampa, pubblicazioni, e articoli e la loro accuratezza non è garantita. Per informazioni più accurate ed ufficiali riguardanti la legalità del gioco online, siete pregati di consultare le leggi specifiche della giurisdizione in cui avete la residenza e in cui giocate.

Per Saperne di Più

Sicurezza dei Casino Online

Casino Online Sicuri

Casino AAMS Online in Italia

close GamblingPlanet.eu